Come riconoscere ed evitare il virus cryptolocker

5 consigli utili per evitare mail contenenti il virus CryptoLocker

In tutto il paese e non solo si sta sviluppando sempre di più il “terrore delle mail” contenenti in allegato Virus del tipo Crypto.

È notizia di poco tempo fa l’uscita di una nuova versione del Cryptolocker: nuova variante che si presenta come “falso messaggio da SDA” o come la tua banca che ti richiede dati personali o di scaricare “tale allegato” come immagine allegata.

La continua diffusione di questo virus sia in ambito privato che aziendale è sintomo sempre più evidente del fatto che:

A) Non vi è un’educazione informatica tale da prevenire le “infezione da mail”;

B) Molti utenti non riescono a capire come riconoscere mail contenenti ransomware come Cryptolocker, TorrentLocker, CryptoWall e varianti e tutti le email phishing in generale.

Ecco 5 modi per riconoscere mail contenenti virus e simili.

Verifica sempre bene il Mittente della Mail

Teniamo ben presente questo: spesso le mail infette partono da account di persone che realmente esistenti e che realmente conosciamo. Ricordiamo sempre il caso di LiberoMail e del “furto delle rubriche”: il virus si è auto-inviato dagli account mail di libero alle rubriche personali infettando numerosi computer. Il mittente di un’email è falsificabile e modificabile da chiunque con estrema facilità e senza alcun problema.

Diffida sempre dei link contenuti in una mail

Sempre più spesso nelle mail infette contengono un link, non cliccateci! Almeno non immediatamente. Esaminate il link, soprattutto se appare non coerente con la realtà oppure con caratteri strani.

Un esempio spesso ricorrente è quello di PayPal o della tua banca che richiede una verifica del tuo conto loggandomi all’indirizzo seguente:

Esempio: <http://paypal.com-com-id.com-resolution-center.com/>

Da un attenta analisi si può notare che: http://www.paypal.com è il vero sito di Paypal. Ma questo: http://paypal.someotherdomain.com NON è PayPal.

Attenti all’ortografia

Un difetto delle mail spam, Crypto ecc è che difettano in grammatica: spesso sono mail tradotte male o con programmi di traduzione poco affidabili.

Non aprire mail allegati

Le mail dannose sono al 99% dei casi accompagnate dai file in allegato: nel dubbio quindi evitate di cliccare sugli allegati. Si ricorda che ultimamente i ransomware Cryptolocker arrivavano con una mail inviata da Equitalia, SDA, MPS e Poste Italiane.

Non sei sicuro? cancella la mail

Sempre più spesso le mail risultano essere opera del miglior falsario: l’indirizzo di email identico al reale, il logo ed i dati dell’azienda sono esatti e la firma del mittente e del testo scritta in italiano esatto. In quel caso solo il tuo istinto e la tua preparazione informatica possono esserti d’aiuto: in caso di dubbio cancella subito la mail, al massimo se conosci il mittente richiedi se è stato davvero lui di persona a mandarti la mail.

Hai bisogno di una riparazione PC in Firenze? Richiedi un’intervento tecnico da parte del nostro laboratorio.

Hai trovato utile questo articolo? Valutalo
[Total: 4 Average: 4]